Resta con noi!

Accorciare le distanze - mostra e convegno su Luigi Petroselli

Home > Blog > Acea: scorporare attività idriche e riportarle a società interamente comunale.

Acea: scorporare attività idriche e riportarle a società interamente comunale.

Sulla crisi idrica in corso nel Lazio e, in particolare, a Roma, oltre a chiedere al Governo Gentiloni la dichiarazione di stato di calamità naturale, la Sindaca Raggi dovrebbe incominciare a affrontare i nodi strutturali. Vuol dire intervenire su Acea, azienda controllata al 51% dal Comune di Roma. Gli impianti di Acea disperdono il 45% delle risorse captate, ossia milioni di litri al giorno. Nel breve periodo, è necessario intensificare al massimo sia il risparmio di acqua, sia la manutenzione delle condutture. Ma non basta. È anche necessario un profondo e esteso ammodernamento delle reti idriche. Come ha documentato nei giorni scorsi la Uil, Acea è stata fonte di enormi rendite per gli azionisti privati e pubblici: a fronte di tariffe che negli ultimi anni sono aumentate del 27% gli investimenti sono rimasti sostanzialmente fermi nell'area di Roma e Fiumicino. Per far ripartire gli investimenti, il Comune di Roma deve scorporare da Acea le attività idriche e conferirle a una società interamente comunale. A Roma va data attuazione ai risultati del referendum del 2011 e, con le entrate dalle tariffe, vanno fatti investimenti adeguati per evitare le dispersioni e ridurre i costi per le famiglie e le imprese.

 

Tags: , ,

Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/193123080790778/?fields=fan_count&access_token=571523506367012%7Cf8149326fac7fd6c8a34624974f7aa12): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.stefanofassina.it/home/wp-content/themes/fassina-sindaco/footer.php on line 21