Resta con noi!

Home > Blog > Alitalia: no a proroga, serve intervento Stato

Alitalia: no a proroga, serve intervento Stato

Domani scade il termine per l`offerta vincolante da parte del consorzio imperniato su Fs su Alitalia. Ieri, Atlantia ha ribadito che non ci sono le condizioni per partecipare perché non ha garanzie dal governo sulla continuità delle mega rendite dalla gestione delle autostrade. Delta si limita al micro investimento di 100 milioni al solo fine di interdire l`arrivo della rivale Lufthansa, la quale a sua volta aspetta tranquilla che la situazione finanziaria dell`amministrazione straordinaria collassi per imporre le sue inaccettabili condizioni. In tale quadro, sarebbe grave arrivare all`ottava proroga e bruciare altri 400 milioni di euro dei contribuenti. Sarebbe ancora più grave accettare un`offerta precaria e comunque pesantissima in termini di esuberi. L`unica strada da percorrere è la conclusione dell`amministrazione straordinaria e il passaggio degli asset a una società controllata dallo Stato, come proponiamo in un emendamento all`art 54 del Decreto Fiscale. Soltanto così, si possono affrontare le cause strutturali delle perdite di Alitalia e trovare, senza acqua alla gola, un partner industriale adeguato.

Tags: