Resta con noi!

Home > Blog > Def: no all'autonomia differenziata

Def: no all'autonomia differenziata

Anche il Def 2021, ripropone in automatico, nella ventina di Disegni di Legge 'Collegati' alla prossima Legge di Bilancio, la cosiddetta Autonomia differenziata. Speriamo davvero si tratti di un errore da 'copia e incolla'. Altrimenti, vorrebbe dire ignorare totalmente la lezione impartita dalla tragedia del Covid, purtroppo ancora in corso. Lo Stato deve tornare ad essere responsabile primario dell'organizzazione dei servizi fondamentali per i diritti costituzionali dei cittadini. Quindi, prima di intervenire con legge ordinaria sulle competenze delle Regioni, e' decisivo correggere gli errori compiuti nel 2001 nella revisione del Titolo V della Costituzione. Le principali correzioni devono affrontare innanzitutto le competenze statali per il Sistema Sanitario Nazionale: l'assetto in essere ha evidenziato carenze insostenibili e drammaticamente aggravato la negazione in tante Regioni, pur tra le piu' ricche dell'Ue, del diritto costituzionale alla salute. La secessione dei ricchi e' irricevibile nel calcio con la proposta della Superlega. Sui diritti costituzionali, nella stagione Covid, e' una provocazione.

Tags: ,