Resta con noi!

Accorciare le distanze - mostra e convegno su Luigi Petroselli

Home > Blog > I Dati ISTAT confermano il fallimento del jobs act

I Dati ISTAT confermano il fallimento del jobs act

I dati ISTAT di oggi sulle condizioni del mercato del lavoro confermano il fallimento del cosiddetto Jobs Act e del pacchetto di decontribuzione previdenziale di circa 15 miliardi nel triennio voluto dal governo Renzi: da Gennaio 2015 al Luglio scorso, gli occupati a tempo indeterminato sono aumentati di circa 376.000 unità, ma l'aumento riguarda soltanto la fascia di età superiore ai 50 anni ed è dovuto al brutale innalzamento dei requisiti per il pensionamento determinato dalla Legge Fornero. Più in generale si conferma il fallimento della politica economica dell'eurozona alla quale il governo è allineato, al netto di qualche decimale di deficit conquistato per finanziare bonus elettorali. Per rianimare e qualificare la ripresa è necessario aumentare la spesa per investimenti pubblici di un punto percentuale di Pil all'anno (circa 18 miliardi) per un triennio: per la messa in sicurezza antisismica del patrimonio immobiliare nazionale, per la ricostruzione post terremoto e per un piano industriale per la mobilità sostenibile. È necessario archiviare il fiscal compact per un social compact in Italia e nell'eurozona.

Tags: ,

Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/193123080790778/?fields=fan_count&access_token=571523506367012%7Cf8149326fac7fd6c8a34624974f7aa12): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.stefanofassina.it/home/wp-content/themes/fassina-sindaco/footer.php on line 21