Resta con noi!

Accorciare le distanze - mostra e convegno su Luigi Petroselli

Home > Blog > Istat: dati su lavoro contraddicono Jobs Act. Servono investimenti pubblici

Istat: dati su lavoro contraddicono Jobs Act. Servono investimenti pubblici

Sarebbe utile che i vari esponenti del Governo, commentatori intermittenti dei dati su occupazione, leggano i comunicati ISTAT prima di intervenire. Se leggessero dovrebbero tacere sugli effetti positivi del Jobs Act. Innanzitutto, aumentano gli occupati, non i posti di lavoro. Secondo la definizione Eurostat, si è "occupati" se si  svolge almeno un'ora di lavoro nella settimana della rilevazione. Inoltre, i dati contraddicono radicalmente gli obiettivi del Jobs Act: primo, l'aumento degli occupati è concentrato sui contratti a tempo determinato; secondo, i contratti a tempo indeterminato riguardano gli ultra cinquantenni a causa della Legge Fornero, mentre il numero degli occupati delle coorti più giovani è fermo. Infine, si tratta larghissimamente di lavoro povero. L'analisi propagandistica del Governo è particolarmente preoccupante in vista della Legge di Bilancio per l'autunno: nonostante il clamoroso fallimento dei 25 miliardi di euro impegnati dal 2015 e 2016 sulla decontribuzione per i cosiddetti "contratti a tutele crescenti", la proposta chiave è ancora una volta la decontribuzione. Per promuovere buona o piena occupazione, sono invece necessari investimenti pubblici in piccoli cantieri, da finanziare in deficit, come proponiamo da anni.

Tags: ,

Warning: file_get_contents(https://graph.facebook.com/193123080790778/?fields=fan_count&access_token=571523506367012%7Cf8149326fac7fd6c8a34624974f7aa12): failed to open stream: HTTP request failed! HTTP/1.1 400 Bad Request in /web/htdocs/www.stefanofassina.it/home/wp-content/themes/fassina-sindaco/footer.php on line 21