Resta con noi!

Home > Blog > Memoria: Da impegnare per lo sbarco della Sea Watch

Memoria: Da impegnare per lo sbarco della Sea Watch

La Giornata della Memoria va vissuta senza retorica, ogni anno, per ricordare le conseguenze di teorie aberranti sulla razza, gli orrori disumani verso le nostre sorelle e fratelli ebrei, verso i Rom, verso omosessuali e uomini e donne impegnate per la liberazione dai nazisti e fascisti. Deve essere una memoria viva, attiva, esigente, per combattere ogni giorno i rigurgiti di antisemitismo, di razzismo, di omofobia e, soprattutto, deve essere antidoto contro l’indifferenza. Oggi, la Giornata della Memoria va impegnata per la liberazione delle 47 persone ancora a bordo della ‘Sea watch'. Il Governo ascolti le grida di soccorso. È questione innanzitutto umana. La necessità di governare i movimenti migratori e di richiamare tutti i governi europei alle proprie responsabilità non può mettere in gioco la vita di 47 persone.

Tags: