Resta con noi!

Home > Blog > Roma: incivile cancellare i minori da residenze anagrafiche

Roma: incivile cancellare i minori da residenze anagrafiche

La cancellazione d`ufficio di bambini e famiglie dalla residenza anagrafica, in base ad una rigida interpretazione della legge Renzi-Lupi, e` grave e immorale, tanto piu` in tempi di Covid. L`ultimo episodio di una lunga serie e` avvenuto nei giorni scorsi a Roma, con sopralluoghi dei Vigili nelle occupazioni di necessita` `senza titolo`. Si continua ad affrontare un dramma sociale come la negazione del diritto all`abitare come problema di ordine pubblico. Togliere la residenza significa privare, soprattutto i minori, di diritti essenziali quali la scuola e la Sanita`. L`art 5 della Legge va cancellato e ci riproveremo alla Camera con un emendamento al decreto correttivo dei decreti Salvini, dopo averlo sospeso a luglio scorso per il riconoscimento del Reddito di emergenza. Nel frattempo, il Comune di Roma ha tutti gli strumenti per evitare interventi di negazione della cittadinanza, in particolare per i minori. A tal fine, presentiamo un`interrogazione urgente alla sindaca.

Tags: , , ,