Roma: riaprire dialogo tra Giunta e tassisti

Un incontro interessante e proficuo con le rappresentanze dei tassisti di Roma: Fit Cisl, Uil Trasporti, Federtaxi Cisal, Ugl Taxi, Uti e Usb taxi. Oggi, hanno avviato un confronto con i candidati del centrosinistra per il Sindaco di Roma in vista delle primarie di domenica prossima, 20 giugno. Nel nostro incontro, ho innanzitutto, aggiornato loro sull’emendamento che ho presentato al Decreto Sostegni bis per rinviare il DURC 2020 e consentire l’accesso all’anno bianco contributivo previsto per il 2021 per chi ha avuto perdite di fatturato superiori al 33%. Poi, abbiamo affrontato i problemi specifici e urgenti della Capitale: a cominciare da un’organizzazione strampalata, astratta e penalizzante dei turni di lavoro, per passare alla piaga dell’abusivismo e della carenza di rispetto delle regole, fino alla necessità di ritirare la recente delibera di aumento delle tariffe. Sono problemi sui quali ci siamo confrontati tante volte, da ultimo in una partecipata assemblea al Campidoglio. Sono problemi dovuti all’assenza di dialogo: l’Amministrazione non ascolta le loro rappresentanze. Un’Amministrazione sempre più arroccata, che commette errori, incurante del rispetto dovuto a chi lavora e svolge un servizio pubblico, errori da evitare. È compito del prossimo Sindaco e della prossima Giunta riaprire il dialogo e dare risposte che garantiscano i diritti dei cittadini e dei lavoratori e delle lavoratrici.

Roma Metropolitane: la giunta chiarisca programma e si paghino stipendi

Roma Metropolitane è arrivata a un bivio, così come tutto lasciava prevedere. L’incertezza dei lavoratori e delle loro famiglie diventa ora un incubo, mentre i progetti infrastrutturali di Roma vengono ulteriormente colpiti. Eppure l’Assemblea Capitolina, il 4 novembre scorso, ha approvato una mozione chiara. Ma l’assessore Colomban continua a ignorarla. Ora i nodi vengono al pettine. La Salini, vincitrice di un ricorso sulla metro B, deve avere 10 mln di euro, il Campidoglio non trasferisce la somma a Roma Metropolitane e il giudice blocca i conti della società. Saltano gli stipendi di lavoratrici e lavoratori. Sinistra x Roma chiede agli assessori Colomban e Mazzillo un’audizione congiunta in Commissione Patrimonio e Bilancio per chiarire il programma della giunta. Chiediamo anche che siano garantiti gli stipendi dei lavoratori, nei tempi previsti. Non possono continuare a pagare gli errori dei vertici aziendali e delle amministrazioni capitoline.

Roma: il bilancio impossibile e l’inconsapevole Giunta Raggi. È necessaria svolta per Patto x Roma

Tratto da Il Manifesto

Martedi 20 dicembre è stata un’altra giornata triste per Roma. Non abbiamo gioito per l’ennesimo “incidente” dell’amministrazione di Virginia Raggi. Sin dall’avvio della consiliatura, SinistraXRoma si è comportata da minoranza costruttiva, non da opposizione pregiudiziale. Siamo convinti, infatti, che il fallimento della giovane esperienza di governo votata da due terzi dei romani pochi mesi fa diventerebbe un problema politico sistemico, fonte di ulteriore sfiducia dei cittadini verso le istituzioni di rappresentanza e governo.

Leggi l’articolo completo

Da Giunta inadeguatezza politica e amministrativa. Raggi valuti se ci sono le condizioni per andare avanti

La nostra opposizione alla Giunta Raggi, in  questi mesi, è sempre stata costruttiva e mai pretestuosa. Ora però dobbiamo prendere atto che siamo di fronte a una inadeguatezza politica e amministrativa. Credo che per senso di responsabilità nei confronti della città, degli elettori che hanno votato i 5 Stelle, la sindaca per prima dovrebbe interrogarsi seriamente se ci sono le condizioni per andare avanti. Ormai siamo a un punto evidente: non c’è solo la questione delle ricorrenti dimissioni di personaggi compromessi con il passato unita agli interventi della magistratura, ma esiste una difficoltà politica intensissima dentro al Movimento 5 stelle insieme a una evidente incapacità amministrativa. Il bilancio è il documento fondamentale per offrire i servizi alla città. La bocciatura dell’Oref di oggi rappresenta un un macigno. Chiedo dunque a questa amministrazione, a chi ha responsabilità politica massima nel Movimento 5 Stelle, di  ricordarsi che Roma non è un teatrino, che c’è una città che va amministrata. Siamo già oltre ogni limite.